di don Pierpaolo Petrucci

In occasione della festa della Santa Famiglia proponiamo alla meditazione qualche testo del magistero perenne della Chiesa con un breve commento, per ricordare alcuni aspetti della dottrina cattolica sulla famiglia, cellula umana fondamentale di istituzione divina alla base della società ma così attaccata oggi dai nemici di Dio e direi ancora di più dal silenzio sconcertante della gerarchia ecclesiastica attuale su temi fondamentali che la riguardano.
Possa l’insegnamento costante dei papi dissipare le tenebre che ci avvolgono e suscitare tante famiglie veramente cattoliche per la nascita di una nuova società cristiana.

Un liceo americano, qualche centinaio di ragazzi tra i quindici e i diciassette anni riuniti nell'aula magna per ascoltare una giovane coppia parlare della castità: Jason & Crystalina Evert. Si tratta di una conferenza straordinaria.

Quello che tutti i giovani dovrebbero sapere…

Sottotitoli in italiano.

Infallibilitàdi Arnaldo Xavier da Silveira

1. Il mondo cattolico deve molto alle persone semplici che conservano la vera fede, come anche agli scrittori e agli uomini d’azione antimodernisti che negli ultimi decenni hanno ampiamente sviluppato le dottrine e le attività in difesa del sacro deposito della Tradizione.

di Giuliano Guzzo

Condensare tante bugie ed imprecisioni in poche righe è impresa difficile. Occorrono abilità, determinazione e soprattutto esperienza di propaganda; tutte qualità di cui i radicali sono maestri indiscussi, a partire da quando, decenni fa, non si fecero problemi a divulgare cifre del tutto surreali a proposito degli aborti clandestini e del numero di donne morte per mano delle mammane. Per questo non stupiscono i molti errori presenti nel testo della Proposta di legge di iniziativa popolare su: Rifiuto di trattamenti sanitari e liceità dell’eutanasia, per la quale è avviata, a livello nazionale, una raccolta firme.

di Giuseppe Provenzale

 Prima di fornire elementi utili per rispondere alla domanda, mi preme precisare che questo articolo non tratterà del sempre uguale a se stesso avvicendarsi delle riforme e delle circolari ministeriali né dello specifico operato di ministri che, indossando casacche diverse, ma accomunati da un'identica visione del mondo, hanno lavorato, ad ogni livello del sistema scolastico nazionale, al medesimo progetto di distruzione di un servizio pubblico - considerato in tempi non lontani, pur tra mille difetti e aspetti migliorabili, uno tra i migliori al mondo - che è ormai ridotto ad un diplomificio, sovrapponibile, in buona sostanza, all'infimo standard di molti istituti privati, noti, però, per svolgere da sempre questa funzione.

Come ben sappiamo, Dio nell’affidarci i figli, ci affida anche l’importante compito di istruirli e di educarli nella dottrina cristiana; si tratta dunque di preoccuparsi non solo della loro vita materiale ma anche e soprattutto di quella spirituale. Quanta più premura abbiamo nel procurare loro cibo, medicine, vestiti, tanto più maggiormente dobbiamo essere attenti nella cura della loro anima.

La fededi don Pierpaolo Petrucci

La prima cosa che la Chiesa ci fa chiedere, il giorno del nostro battesimo, è la fede per avere la vita eterna e questo ci mostra tutta l’importanza di tale virtù che deve illuminare la nostra vita fino ad aprici le porte del Paradiso, ove scomparirà per lasciar spazio alla visione beatifica. La crisi attuale nella Chiesa è una crisi dottrinale che riguarda la trasmissione e la professione della fede. Per questo è più che mai importante approfondire questa virtù così fondamentale per la nostra vita e indispensabile per la salvezza.

Il dott. Bernard Nathanson, famoso ginecologo di New York, può essere considerato tra i padri della legge, del 1973, che liberalizzò l’aborto negli Stati Uniti. Poco tempo dopo, applicando le tecniche ecografiche durante un intervento, rimase profondamente sconvolto dall’orrenda realtà dell’aborto. Da allora, Nathanson non ha mai più praticato aborti ed è divenuto un testimone della battaglia per la vita. La registrazione di quell’ecografia è divenuta un filmato che ha fatto il giro del mondo con il titolo Il grido silenzioso.

di Don Jean-Michel Gleize 

Se ne è parlato e se ne parla ancora. Con entusiasmo o indignazione. Alcuni vi scorgono i vantaggi di una definizione reale, altri gli inconvenienti di un’esagerazione non meno reale. Tutti credono di poter addurre valide ragioni o per consacrare o per condannare l’uso di questa espressione. Gli argomenti dell’una e dell’altra parte procedono in senso opposto.

S. MesssaSempre l'uomo ha ritenuto opportuno offrire a Dio dei sacrifici per onorarlo e per riconoscerlo Creatore e Signore di tutte le cose. Ma i sacrifici dell'antico Testamento erano soltanto un simbolo ed una figurazione dell'unico vero Sacrificio, quello di Gesù sulla croce: ad essi mancava la "forza" per riaprire le porte del Paradiso, chiuse dal peccato di Adamo: solo il Sacrificio di Dio stesso, fattosi uomo, poteva attuare la redenzione; solo l'Agnello-Cristo, e non l'agnello di Abele e dei sacerdoti del tempio, poteva prendere su di sé tutti i peccati del mondo ("Agnus Dei qui tollit peccata mundi") e aprire le porte del Cielo.