logo fsspxDichiarazione della Fraternità San Pio X

circa l’Esortazione post-sinodale Amoris Lætitia

di Papa Francesco, del 19 marzo 2016

C’è di che piangere

«È una esortazione apostolica che ha per titolo: La gioia dell’amore, e che ci fa piangere»

Sermone di Mons. Fellay a Puy-en-Velay, 10 aprile 2016

4 marzo 2016, Menzingen (Svizzera)

A che punto sono i rapporti della Fraternità San Pio X con Roma?

Da qualche settimana, diverse voci circolano sulla stampa a proposito di un eventuale riconoscimento canonico della Fraternità San Pio X da parte di Roma. Piuttosto che aggiungere commenti a queste voci, DICI ha preferito interpellare il Superiore generale della Fraternità, Mons. Bernard Fellay, per chiedergli di fare il punto sulle seguenti questioni:

di Mons. Bernard Fellay

Cari Amici e Benefattori,

queste ultime settimane ci mostrano – con il moltiplicarsi di attentati in Europa e in Africa, con la sanguinosa persecuzione di numerosi cristiani in Medio Oriente – come la situazione nel mondo sia profondamente sconvolta. Nella Chiesa, il recente sinodo sulla famiglia e la prossima apertura dell’Anno santo non mancano di sollevare legittime inquietudini. Di fronte ad una tale confusione, ci è sembrato utile mettervi a parte delle nostre riflessioni rispondendo alle vostre domande. Pensiamo che questa spiegazione permetterà di meglio evidenziare come noi che siamo legati alla Tradizione dobbiamo reagire ai problemi che oggi si pongono.

Dichiarazione a proposito della Relatio finalis del Sinodo sulla Famiglia

La relazione finale della seconda sessione del Sinodo sulla Famiglia, pubblicata il 24 ottobre 2015, lungi dal manifestare un consenso tra i Padri sinodali, è l’espressione di un compromesso tra posizioni profondamente divergenti. Vi si possono leggere sicuramente dei richiami dottrinali sul matrimonio e la famiglia cattolica, ma si notano anche delle spiacevoli ambiguità e omissioni, e soprattutto delle brecce aperte nella disciplina nel nome di una misericordia pastorale relativista. L’impressione generale che si ricava da questo testo è quella di una confusione che non mancherà di essere sfruttata in un senso contrario all’insegnamento costante della Chiesa.

di mons. Bernard Fellay

in occasione dell'imminente Sinodo sulla Famiglia

 

Beatissimo Padre,

Con la più viva inquietudine constatiamo oggi intorno a noi il degrado progressivo del matrimonio e della famiglia, origine e fondamento di tutta la società umana. Questa deliquescenza si sta accelerando sempre più, soprattutto con la promozione legale dei comportamenti più immorali e più depravati. La legge di Dio, anche semplicemente quella naturale, è oggi pubblicamente calpestata, i peccati più gravi si moltiplicano in modo drammatico e gridano vendetta al Cielo.

Sulla lettera di Papa Francesco nella prossimità dell’Anno Santo (1° settembre 2015)

La Fraternità San Pio X apprende dalla stampa le disposizioni che Papa Francesco ha preso in occasione del prossimo Anno Santo. Nell'ultimo paragrafo della sua lettera indirizzata, questo 1° settembre 2015, a Mons. Rino Fisichella, Presidente del Pontificio Consiglio per la promozione della Nuova Evangelizzazione, il Santo Padre scrive: «Per mia propria disposizione stabilisco che quanti durante l’Anno Santo della Misericordia si accosteranno per celebrare il Sacramento della Riconciliazione presso i sacerdoti della Fraternità San Pio X, riceveranno validamente e lecitamente l’assoluzione dei loro peccati».