Per la festa di san Giuseppe artigiano proponiamo alla vostra meditazione questa bella preghiera di san Pio X da recitare prima del lavoro. Ci troverete il segreto di san Giuseppe per crescere sempre nell'amore di Dio mediante l'obbedienza alla sua Divina Volontà, la quale si manifesta in modo particolare nel dovere di stato.

Non "sempre più veloce" come vuole il mondo di oggi, ma "sempre più in alto" nel silenzio di Nazareth. "Siate dunque perfetti com'è perfetto il Padre vostro, che è nei cieli" (Mt 5, 48).

 

Il canonico Lallement ci offre questo profondo pensiero: "Giuseppe che, dall'esterno, la gente designa come «il falegname», è soprattutto in fondo l'uomo di Dio, colui al quale Dio ha affidato il mistero della sua Incarnazione in Maria, e della sua presenza. È in questa presenza di Dio, e per lei, che lavora" (Canonico D.J. Lallement, Vita e santità del giusto Giuseppe).

* * *

Glorioso san Giuseppe, modello di tutti i lavoratori, ottenetemi la grazia di lavorare con spirito di penitenza per l'espiazione dei miei numerosi peccati;

di lavorare con coscienza, mettendo il culto del dovere al di sopra delle mie inclinazioni;

di lavorare con riconoscenza e gioia, considerando come un onore di impiegare e far fruttare, mediante il lavoro, i doni ricevuti da Dio;

di lavorare con ordine, pace, moderazione e pazienza, senza mai retrocedere davanti alla stanchezza e alle difficoltà;

di lavorare specialmente con purezza di intenzione e distacco da me stesso, avendo sempre davanti agli occhi la morte e il conto che dovrò rendere del tempo perso, dei talenti inutilizzati, del bene omesso, del vano compiacimento nel successo, così funesto all'opera di Dio.

Tutto per Gesù, tutto per Maria, tutto a vostra imitazione, o patriarca Giuseppe!
Questo sarà il mio motto per tutta la vita e al momento della morte. Così sia.

San Pio X

N.B.: Potete trovare questa preghiera nel Libro Blu degli Esercizi Spirituali p. 93.