trascrizione tradotta

Nella nostra scuola la guida dei sacerdoti, l’esempio dei docenti, la centralità e la dedizione posta sugli allievi, instillano in ogni cosa il vero e buon spirito accademico, lo spirito di laborioso apprendimento.


E’ una scuola iniziata circa dieci anni fa, quasi in sordina, dall’iniziativa di sette studenti, e che ora vanta circa ottanta allievi.


Come ogni vera scuola Cattolica la formazione è centrata sull’anima del bambino perché solo così l’educazione del nostro “Marco” può raggiungere il suo vero obbiettivo.


Qui ogni educatore vuole portare gli studenti a contatto con quanto è vero e buono, ad esprimere, attraverso le “arti liberali” **, quanto di meraviglioso c’è in ognuno.


Ed è meraviglioso vedere come i bimbi, un po' alla volta, imparano ad esprimersi in modo chiaro, come acquisiscono i concetti, assumono gli atteggiamenti giusti ed educati, come imparano a giudicare la realtà, non solo a partire dei fatti bruti, ma analizzandola in un pensiero più ampio a partire dai criteri di analisi e giudizio. Questa è l’offerta educativa della Scuola “Madonna Addolorata”.


Ritengo che la cosa più importante da insegnare sia “l’imparare a pensare” affinché la coscienza sia poi in grado di penetrare in profondità la realtà; questo rimane nel profondo dell’essere, diventa parte della loro vita, dal ragazzino più piccolo allo studente più grande.


Per esempio, riuscire a motivare gli adolescenti, facendogli capire che ci si aspetta molto da loro, che ci si augura raggiungano i loro obbiettivi nella vita grazie alle virtù che in essi si stanno educando; virtù che non sono solo sul piano naturale, ma anche soprannaturale.


L’equilibrio della vita accademica, lo studio, lo sport la Grazia ... compiono tutto questo.

Così anche nel confronto con i ragazzi “di fuori”, nelle occasioni di incontro, di scambio, di gioco, anche nel confronto con gli elementi più critici della società, emerge quanto lo studente ha integrato in sé: la formazione, la personalità, il lavoro di squadra, le capacità di comando***.


Pensiamo che quando i genitori investono dei soldi, lo fanno perché cercano in qualcosa di valido e di efficace; noi crediamo che l’educazione oggi sia possibile, che il sacerdote deve essere in prima linea sul fronte educativo.

Grazie anche alla dedizione dei nostri insegnati le classi migliorano di anno in anno ... e noi diamo il 110% affinché ogni studente riceva la migliore educazione possibile quale “investimento a lungo termine”  verso il suo futuro.


E tutto questo lo possiamo certificare per ogni diplomato: sia che abbia proseguito verso l’Università, sia che abbia scelto la vita Sacerdotale e Religiosa, sia che abbia raggiunto l’Esercito per servire il suo paese.


Siamo orgogliosi del lavoro educativo che abbiamo svolto; questo è il modo con il quale proseguiremo, la nostra eredità per il futuro.

 

Fonte: Our Lady of Sorrows



- - - - - -

** “Arti liberali” è l'espressione con la quale si designa il curriculum di studi; il termine evidenzia l’attività prettamente intellettuale del percorso e si distingue in ciò dalle "arti meccaniche" che richiedono invece lo sforzo fisico. Classicamente le arti liberali si distinguono in “arti del trivio” (artes sermocinales), grammatica, retorica, dialettica ed “arti del quadrivio” (artes reale), aritmetica, geometria, astronomia, musica. Certo oggi l’educazione comprende anche alcune “arti meccaniche”: sport, economia domestica, agricoltura ...   torna-su


*** leadership, in inglese, esprime le capacità di comando, di coordinamento di altri, l’assunzione di responsabilità, l’efficacia nel raggiungere gli obbiettivi.    torna-su